Premiazione Concorso Letterario Mercurio 2022-IV Edizione

Buonasera a tutti.

La riporto tale e quale qui sotto la mail che ho ricevuto questa mattina, aggiungendo il sorriso.

Con grande onore sono a comunicarVi che siete stati prescelti ed inseriti dalla Giuria nell’elenco dei vincitori. La classifica verrà svelata in sede di premiazione.

Spero di cuore di potervi consegnare personalmente la targa premio il giorno della Premiazione.

Davvero non mancate!

Vi chiedo la cortesia di darmi un cenno di risposta, inoltre vi chiedo il vostro indirizzo di abitazione ed un recapito telefonico.
Congratulandomi per il Vostro successo, invio

un saluto cordiale
Franca Pagni 


P.S. Per chi fosse stato presente  l’anno scorso, la sede della Premiazione è la medesima
Per chi si recasse in treno, ricordo che alla stazione ferroviaria si può prendere la metropolitana direzione Prealpino, fermata Europa. La sede si trova a 350 mt circa, Polo Diocesano ex Seminario di Brescia.

Concorso Letterario Mercurio 2022, ci sarò

Anche quest’anno è stato riproposto il concorso letterario Mercurio, giunto alla quarta edizione.

Sempre animati da entusiasmo e passione, gli esponenti del Comitato mi hanno invitata a partecipare al Concorso letterario Mercurio anche quest’anno!

Il ricavato verrà devoluto, come consuetudine, a un ente benefico.

Quest’anno l’attenzione è stata dedicata a una fascia di età particolare come l’adolescenza e la scelta è caduta sull’associazione “Hikikomori Italia”.

Si tratta di un’Associazione che si occupa di dare aiuto psicologico ai ragazzi che vivono il disagio del ritiro sociale, un fenomeno in forte crescita in seguito alla pandemia.

L’associazione offre sostegno anche ai genitori e famiglie in difficoltà a causa di un figlio con problemi relazionali e di isolamento sociale, oltre che provvedere a una sensibilizzazione nelle scuole.

Hikikomori è un termine giapponese che significa letteralmente “stare in disparte”.

Si tratta di una particolare condizione che riguarda soprattutto gli adolescenti, o i giovani adulti, caratterizzata da comportamenti di estremo ritiro sociale e rifiuto di ogni forma di relazione interpersonale come talvolta anche per la luce del sole.

Le persone si chiudono nella propria stanza rifiutando qualsiasi forma di contatto col mondo esterno, anche per lunghi periodi di tempo.

Sono onorata di partecipare anche stavolta e ringrazio Franca Pagni e il Comitato Carta Penna Calamaio.

Poesie e racconti, il libro e la presentazione “niente è per caso”

La mia frase sopra la foto dice già tutto, ma desidero spendere due parole in più per ringraziare quelle persone che, grazie alle iniziative culturali che promuovono, tengono sempre viva l’arte e la sua anima.

Nel 2018 ho partecipato ad Arte e Poesia, mostra di dipinti ispirati a testi in versi, organizzata a Crema da Simone Fapanni.

Simone ha poi organizzato Essenze, poesie dipinte, tenutasi a Cremona nel 2019.

Quest’anno saremo presenti a Cremona in una veste diversa…un recital poetico.

La veste è diversa, ma lo spirito è sempre lo stesso: mantenere viva l’anima dell’arte.

La settimana precedente l’inaspettato invito di Simone, ero andata a ritirare le copie del mio libro, fresche di stampa.

Il mio amato Tom Spanbauer scriverebbe One thing leads to another oppure As fate would have it.

Io scrivo che niente è per caso.

Labirinto imprevisto

(Disperata_mente)

Quella sera – maledetta – dopo il rosso tramonto, nuovi segni per ricordare

Diamanti grezzi a disegnare i miei occhi

Mentre mi spogli impaziente, un sussulto indefinibile

Piango, mi porgi la mano mi sfiori i capelli

Ti cerco disperata con voce morente dentro l’ultima notte

Me ne vado per sempre

Un attimo e ho perso l’anima

Paradiso

Ci incontrammo dentro un giorno di sole, ricordo il tuo viso e il tuo nome

Ci ritrovammo in una calda sera d’estate, non ricordavi l’immagine dimenticata, nella mia memoria è rimasta impressa e inalterata resta

In primavera l’inevitabile destino ci unì, una pallida rosa mi regalasti mentre il sole calante continuò a specchiarsi su una lastra dorata

Mancanza di luce negli occhi tristi di tuo padre

Quella sera mi recasti nell’immensa bellezza spogliandomi di tutti i ricordi

Mi portasti all’amore sublime desiderandomi con intensa passione.

Sulla tua pelle rimango per sempre, io vorrei dipingere le stesse parole.

Il mare azzurro e scintillante ci aspettava nella viva luce dell’alba

nel romantico crepuscolo dense emozioni

e lunghe interminabili notti d’ inebrianti sospiri.

Sei bellissima, sei l’anima di tutto questo, ripetevi.

Un triste giorno lontano ci lasciammo, la luna nuova arrivò e mi portò con sé.

E poi la sacra promessa, tu per tutta la vita.