Premiazione Concorso Letterario Mercurio 2022-IV Edizione

Buonasera a tutti.

La riporto tale e quale qui sotto la mail che ho ricevuto questa mattina, aggiungendo il sorriso.

Con grande onore sono a comunicarVi che siete stati prescelti ed inseriti dalla Giuria nell’elenco dei vincitori. La classifica verrà svelata in sede di premiazione.

Spero di cuore di potervi consegnare personalmente la targa premio il giorno della Premiazione.

Davvero non mancate!

Vi chiedo la cortesia di darmi un cenno di risposta, inoltre vi chiedo il vostro indirizzo di abitazione ed un recapito telefonico.
Congratulandomi per il Vostro successo, invio

un saluto cordiale
Franca Pagni 


P.S. Per chi fosse stato presente  l’anno scorso, la sede della Premiazione è la medesima
Per chi si recasse in treno, ricordo che alla stazione ferroviaria si può prendere la metropolitana direzione Prealpino, fermata Europa. La sede si trova a 350 mt circa, Polo Diocesano ex Seminario di Brescia.

Concorso Letterario Mercurio 2022, ci sarò

Anche quest’anno è stato riproposto il concorso letterario Mercurio, giunto alla quarta edizione.

Sempre animati da entusiasmo e passione, gli esponenti del Comitato mi hanno invitata a partecipare al Concorso letterario Mercurio anche quest’anno!

Il ricavato verrà devoluto, come consuetudine, a un ente benefico.

Quest’anno l’attenzione è stata dedicata a una fascia di età particolare come l’adolescenza e la scelta è caduta sull’associazione “Hikikomori Italia”.

Si tratta di un’Associazione che si occupa di dare aiuto psicologico ai ragazzi che vivono il disagio del ritiro sociale, un fenomeno in forte crescita in seguito alla pandemia.

L’associazione offre sostegno anche ai genitori e famiglie in difficoltà a causa di un figlio con problemi relazionali e di isolamento sociale, oltre che provvedere a una sensibilizzazione nelle scuole.

Hikikomori è un termine giapponese che significa letteralmente “stare in disparte”.

Si tratta di una particolare condizione che riguarda soprattutto gli adolescenti, o i giovani adulti, caratterizzata da comportamenti di estremo ritiro sociale e rifiuto di ogni forma di relazione interpersonale come talvolta anche per la luce del sole.

Le persone si chiudono nella propria stanza rifiutando qualsiasi forma di contatto col mondo esterno, anche per lunghi periodi di tempo.

Sono onorata di partecipare anche stavolta e ringrazio Franca Pagni e il Comitato Carta Penna Calamaio.

Progetto Donne, Brescia 2022 (1)

Questo è un piccolo assaggio di un grande Progetto a cui ho recentemente preso parte.

Qui sotto ne illustro una pagina descrittiva e più avanti posterò altre pagine per riportarlo al meglio.

Un’iniziativa che definire ‘interessante’ mi sembra riduttivo; i professionisti che stanno portando avanti il progetto hanno dimostrato una particolare sensibilità per gli aspetti umani, sociali e artistici, in questo caso centrati sul mondo delle donne.

Il soggetto “Donna” è un universo in continua esplorazione che queste persone hanno cercato di cogliere in un modo non comune e che dovrebbe dare un risultato finale veramente particolare e di grande effetto.

Insomma, andare alla ricerca dell’anima di ogni singola donna attraverso immagini e storie vissute è un percorso affascinante e sottilmente umano.

Sono orgogliosa di essere stata scelta; credo sia gratificante essere identificata come soggetto che aderisce ai profili adatti a un progetto di tale portata.

Il mio percorso artistico si arricchisce così di questa nuova bella esperienza.

Grazie a Giuliano Radici, fotografo “racconta storie”, Enrico Ranzanici, filmmaker, Ezio Arnaboldi, Anna Ancarani, make up artist “ricercatrice di bellezza”.

http://www.giulianoradici.com/new/

http://www.enricoranzanici.com

Poesie e racconti, il libro e la presentazione “niente è per caso”

La mia frase sopra la foto dice già tutto, ma desidero spendere due parole in più per ringraziare quelle persone che, grazie alle iniziative culturali che promuovono, tengono sempre viva l’arte e la sua anima.

Nel 2018 ho partecipato ad Arte e Poesia, mostra di dipinti ispirati a testi in versi, organizzata a Crema da Simone Fapanni.

Simone ha poi organizzato Essenze, poesie dipinte, tenutasi a Cremona nel 2019.

Quest’anno saremo presenti a Cremona in una veste diversa…un recital poetico.

La veste è diversa, ma lo spirito è sempre lo stesso: mantenere viva l’anima dell’arte.

La settimana precedente l’inaspettato invito di Simone, ero andata a ritirare le copie del mio libro, fresche di stampa.

Il mio amato Tom Spanbauer scriverebbe One thing leads to another oppure As fate would have it.

Io scrivo che niente è per caso.

Labirinto imprevisto

(Disperata_mente)

Quella sera – maledetta – dopo il rosso tramonto, nuovi segni per ricordare

Diamanti grezzi a disegnare i miei occhi

Mentre mi spogli impaziente, un sussulto indefinibile

Piango, mi porgi la mano mi sfiori i capelli

Ti cerco disperata con voce morente dentro l’ultima notte

Me ne vado per sempre

Un attimo e ho perso l’anima

Mosaico

Mio signore, dato il cotal calore che il mio corpo emana per la vostra amabile presenza, presto svelato il volto avrò sul drappo di seta di rosso rubino finemente bordato a ricoprir il nostro sacro talamo.

Istintivamente si perderà il mio sguardo nelle fredde ombre dei vostri amati occhi.

I profondi gemiti sulle pareti nude riecheggeranno, rievocando in mosaico ricordi di tempo eterno.

Una pungente fitta il nobile cuore sentirà, ma di essa il cortese paladino non abbia cura.

Tale è il destino di chi sotto la stella della rinascita la via ancor cerca e il desìo inestinguibile spinge.

Le chiare iridi solcate da calde onde dei mari del voluttuoso pianto.

L’emaciato volto dal tocco dell’oblio mancato.

Ma serena in essere rimarrò, raminga nello spirito.

A scivolar perduta nelle vostre ardenti e forti braccia.

Il vostro nome mormorato in increspar di labbra.

Della vostra presenza sempre gioirò sui miei turgidi seni.