Disarmata. storia vera 22708

images-16

La sua auto mi aspettava nella piazzetta in fondo al vicolo che portava all’ingresso della casa che allora chiamavo il mio rifugio dal mondo.

Ero emozionata ed eccitata all’idea di uscire con un amico che non vedevo da anni.

Uscii impaziente e sulle scale ebbi l’impressione di volare; un brivido mi percorse la schiena…. ma ancora non mi rendevo conto di quanto desiderassi quell’incontro.

***

Quando uscimmo dal ristorante lui improvvisamente mi chiese un bacio; era sorridente e si muoveva rilassato.

Rimasi sorpresa e bloccata, ma avvertivo distintamente la sua voglia di entrare in contatto con il mio corpo ora che eravamo sulla stessa lunghezza d’onda.

I pensieri si rincorrevano veloci nella mia testa; mi sentivo timida e impaurita, al contempo leggera e stranamente libera….una libertà che non ricordavo più.

Le emozioni rimbalzavano dentro di me, i miei sensi cercavano una via d’uscita ma riuscii a controllarmi ed a rifiutare il contatto che in quel momento non capivo se era desiderato o solo immaginato.

La cosa più strana però è che non c’era imbarazzo.

Come i toni delle nostre risate, la complicità cresceva pian piano e a piccoli passi, anche se i corpi si avvicinavano inesorabilmente.

***

Poi, mentre percorrevamo il viale che conduceva alla riva del lago, mi voltai verso di lui disarmata e, sorridendo, la sua bocca si appoggiò sulle mie labbra.

*** forever under construction

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...